Trieste Estate

Trieste Estate tra spettacoli dal vivo e streaming

Estate strana questa si sa… lenta lenta la normalità cerca di riprendersi lo spazio nelle nostre vite. Normalità in estate significa anche e soprattutto spettacoli dal vivo! E Trieste Estate ha iniziato a rompere il ghiaccio, proponendo i suoi spettacoli nei castelli e nei musei della nostra città.

Le serate all’aria aperta, nelle piazze, sulle spiagge, al fresco nei parchi, con gli amici ad ascoltare musica, guardare un film, assaporare uno spettacolo sembrava ci fossero precluse, invece lentamente qualcosa si muove, poco alla volta i primi spettacoli dal vivo prendono forma.

Certo non tutto è come prima i nuovi regolamenti impongono attenzioni maggiori, obbligano a rispettare regolamenti. Gli spettacoli si fanno più intimi, il pubblico si distanzia e diminuisce di numero. Niente grandi folle, niente posti alla rinfusa magari seduti su oggetti di fortuna. Tutto quest’estate è ordinato, tracciato, prenotato!

È un bene, è un male? Mah non sta certo a me giudicare, io dico soltanto che, personalmente apprezzo sempre tutto ciò che è ordinato, perciò…

Bando alle ciance parliamo invece di spettacoli e di Trieste estate!

Trieste estate

La kermesse, offerta dal Comune di Trieste, in collaborazione con Friuli Venezia Giulia Turismo, Terroir Films e i teatri triestini, che ogni estate accompagna le serate dei triestini e non, si presenta quest’anno, in un’edizione completamente rivista, con un ridotto ed eterogeneo cartellone a fruibilità “ibrida”, ovvero con esecuzioni sia in presenza, che in assenza di pubblico.

Tutti gli eventi, sia quelli con presenza di pubblico, che quelli a “porte chiuse” prevedono la diffusione sui canali social e digital, nonché, in alcuni casi la messa in onda televisiva su Telequattro, per cercare di lanciare un segnale di continuità della rassegna, di ripresa dell’attività culturale e rilancio turistico della città, venendo al contempo in aiuto dei cittadini, privati di uno dei loro svaghi preferiti.

Spettacoli in castello di San Giusto

Quest’estate quindi, la rassegna triestina, abbandonate le classiche piazze del centro cittadino si sposta nella ancor più affascinanti cornici di castelli e musei.

I primi spettacoli sono stati tutti digital, sui bastioni del Castello di San Giusto, dove si sono esibiti gli ottoni della Filarmonica del teatro Verdi, i ritmi rock-jazz dei sax, il raccontare dello Zibaldone triestino, con la nostra magnifica città da sfondo.

Lo zibaldone Triestino sui bastioni del Castello di San Giusto durante Trieste Estate

Cosa c’è di più significativo di ascoltare Miramar di Carducci con come sfondo il bianco Castello? O gustarsi Pescatori di Santa Croce di Kosuta con il Carso in sottofondo e ascoltare I Mari di Magris con il mare di Trieste e la scogliera come palcoscenico? Finendo magari con Trieste e la sua scontrosa grazia di Umberto Saba contemplando il panorama della nostra città.

Spettacoli in museo

Questa visione dall’alto della città ha lasciato ben presto spazio, sempre virtuale ai saloni del Museo d’Arte Moderna, dove ci siamo, nuovamente gustati un caffè con il Barone, lo spettacolo itinerante che si svolge all’interno dell’antica dimora di Pasquale Revoltella, durante la quale lo stesso barone accompagna personalmente gli ospiti di stanza in stanza, attraversando i corridoi della sua residenza svelando luci e ombre della sua vita.

Un caffè con il Barone in versione straming

Riviviamo allora la vita del Barone Revoltella e della sua meravigliosa esistenza di antesignano “self made man”, che l’ha visto figura chiave della Trieste imperiale: dalle origini umili di figlio di macellaio, trasferitosi a Trieste, bambino con la madre vedova, alla rapida scalata sociale; da direttore delle Assicurazioni Generali e consigliere del Lloyd Austriaco a deputato di Borsa; da rappresentante ufficiale del governo austriaco e vicepresidente della Compagnia Universale del Canale di Suez al titolo di Barone.

Ma è inutile che mi dilunghi a raccontare la storia potete tranquillamente vedere tutto in streaming.

Da museo a museo, trasferiamoci ora, in questa strana Trieste Estate, sul colle di San Giusto per muoverci, per il terzo anno consecutivo, tra le rovine dell’orto lapidario e seguire le vicende del noto archeologo J.J. Winckelmann, gustandoci, questa volta di persona, uno spettacolo, anch’esso itinerante che ci porta a rivivere il suo assassinio, un fatto di cronaca nera, un mistero, mai risolto, della Trieste che fu.

Morire per quattro monete

Se non avete avuto il piacere di vedere questo splendido spettacolo o se vi piacerebbe rivederlo, questa strana estate vi regala la possibilità di gustarcelo anche on line! Seguite allora Domenico Rossetti e lasciatevi conquistare dall’archeologia!

Le sorprese non sono ancora finite, in questa estate triestina le possibilità sono ancora tante!

Trieste estate e gli spettacoli in castello di Miramare

Riuscite ad immaginare qualcosa di più bello di sedervi nel porticciolo del Castello di Miramare e gustarvi uno spettacolo, no anzi più di uno?

Andiamo per ordine!

Al Castello di Miramare possiamo virtualmente gustarci un’altro gioiellino teatrale, il fortunatissimo spettacolo A Sarajevo, il 28 giugno, che oramai da vari anni va in scena, negli inconsueti spazi del museo Diego De Henriquez, di via Cumano e che quest’anno si sposta tra le stanze e i giardini del castello di Miramare!

A Sarajevo, 28 giugno nelle stanze di Miramare

Tratto dall’omonimo romanzo di Gilberto Forti e realizzato da un’idea di Paolo Rumiz, “A Sarajevo il 28 giugno” ci fa ripercorrere l’attentato di Sarajevo da diversi punti di vista: quello di una donna del popolo, di un militare al servizio dell’Arciduca, di un ingegnere, di una giovane nobile poi emigrata… 

Ma come sempre è inutile che vi spieghi e vi convinca, potete gustarvelo anche comodamente sul divano, grazie al video su you tube di Trieste Estate!

Siete stanchi? NO!

Dobbiamo ancora sederci e riosarci a bordo mare, nel porticciolo del nostro splendido Castello di Miramare, sì proprio lì davanti alla nostra sfinge patoca e gustarci I bagni di Trieste!

I bagni di Trieste!

Non triestini, non spaventatevi, qui da noi i bagni sono gli stabilimenti balneari, le spiagge, le giornate passate al mare!

In questo breve spettacolo ci faremo accompagnare da alcune suggestioni di nostri concittadini dalla penna felice, come Claudio Magris, Gillo Dorfles, Mauro Covacich, Marcello Leonardelli che ci accompagneranno a scoprire Barcola, Il Pedocin, gli scogli, la scogliera, insomma il mare di Trieste!

Trieste Estate - Miramare
Trieste Estate – Spettacoli a Miramare

Può esserci uno scenario migliore per parlare di mare?

Gli spettacoli di Trieste Estate sono ancora tantissimi e potete trovare il cartellone completo sul sito del Comune di Trieste.

Se però non vi sentite ancora pronti a vivere l’esperienza dal vivo, potete seguire tutte le rappresentazioni sul canale you tube sempre del Comune, godendovi i video degli spettacoli passati e di quelli che verranno.

2 commenti su “Trieste Estate tra spettacoli dal vivo e streaming”

  1. ERMINIA SANNINO

    Che tornino tutti gli eventi, gli spettacoli, i cinema all’aperto e le feste! Ci mancano! Quest’anno sarà diverso, ed è giusto così, ma allo stesso tempo siamo fatti per vivere questi momenti e per vivere l’estate!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.