20210831 203840 0000 min

Passeggiando in bicicletta a Lignano Sabbiadoro – volume 1

L’autunno si avvicina, le giornate diventano più corte, con temperature piu miti e ogni tanto anche il sole si rabbuia. Niente paura, non sempre la spiaggia è l’unica attrattiva in una località balneare. Un ‘idea? Belle passeggiate in bicicletta a Lignano Sabbiadoro ti attendono!

Padalare lungo le tante ciclabili che la località balneare del Friuli Venezia Giulia offre può diventare una valida alternativa a ombrellone e lettino e anche un modo per scoprire il territorio.

La bicicletta negli ultimi anni è sempre più una moda, un must, un mezzo da utilizzare per bisogno ma soprattutto per diletto. Il Friuli Venezia Giulia è anche terra di ciclisti e presenta tantissimi percorsi ciclabili: lungo mare, lungo fiume, lungo laguna o immerse nella pineta e nei boschi. Approffittiamo allora di questi ultimi giorni di vacanza per regalarci splendide passeggiate in bici, percorrendo le tante piste ciclabili di Lignano.

Passeggiate-in-bicicletta-a-Lignano-Sabbiadoro

Le passeggiate in bicicletta a Lignano Sabbiadoro.

A Lignano, come ben sa chiunque conosca la località turistica del litorale friulano, muoversi su due ruote è facile è divertente. Una volta arrivati infatti la maggior parte delle persone abbandona l’auto e si muove solamente su due ruote.

Lignano è ricca di piste ciclabili, che permettono di spostarsi in tranquillità sul territorio. Si può usare la bici quotidianamente per andare in spiaggia, per fare la spesa, per raggiungere le principali attrazioni, gli eventi, per andare a pranzo, a cena ma anche per scoprire i luoghi più trend dove fare aperitivo o dove ammirare il tramonto.

A questo uso “normale” della bici però si può associare un utilizzo più “ludico” delle due ruote, che permette, passeggiando in bicicletta, di scoprire il territorio lignanese e non solo.

Le piste ciclabili a Lignano Sabbiadoro, tra mare, laguna e fiumi.

Iniziamo allora a scoprire le piste ciclabili di Lignano e facciamolo percorrendo l’anello delle tre Acque che che congiunge mare, fiume e laguna.

Prima tappa il mare

Lignano come recita wikipedia è:

Situata in una verde penisola ad una cinquantina di chilometri da Udine ed equidistante (90 chilometri) da Venezia e Trieste, Lignano Sabbiadoro è posta tra la Laguna di Marano ad est e nord, la sponda sinistra del fiume Tagliamento a ovest e l’Alto Adriatico a sud.

Le tre Lignano

Lignano per chi non lo sapesse è suddivisa in tre zone ben distinte e riconoscibili l’una dall’altra per caratteristiche strutturali.

All’estremità nordest, presso l’imboccatura del porto di Lignano, si trova Sabbiadoro, che rappresenta il nucleo più “antico” e la sede del municipio. Segue, più a sud-ovest, il nucleo di Pineta e, ancora oltre, presso il confine con Bibione (rappresentato dal Tagliamento), Riviera.

Le tre Lignano sono molto diverse tra loro più “cittadina” e caotica Sabbiadoro, sede della via dello shopping, più tranquilla, verde, artistica e trendy Pineta, ancora più rilassante, completamente immersa tra i pini Riviera.

Le tre Lignano sono facilmente raggiungibili e intercambiabili attraverso una comoda ciclabile che le unisce lungo il mare.

La ciclabile Pineta – Sabbiadoro

Noi adesso partendo da Lignano Pineta andremo verso Sabbiadoro seguendo la ciclovia che si snoda sul mare.

Il lungomare di Pineta è caratterizzato da una passeggiata rialzata che permette di ammirare mare e spiaggia. Questa passeggiata è anche sede di negozi e di panoramici bar-rotonde, dove sorseggiare caffè, cappuccini, aperitivi o pranzi veloci, sempre ammirando il mare.

La ciclabile lungo mare di Pineta invece si snoda proprio all’ombra di questa passeggiata rialzata (che è soltanto pedonabile), costeggiando i sette uffici balneari contrassegnati ognuno da una bandiera, un numero e un mosaico!

Si avete capito bene, percorrendo la ciclabile di Pineta potrete ad ogni rotonda ammirare un mosaico rappresentante una caratteristica di Lignano.

Si parte dall’ufficio uno dove è rappresentata la famosa chiocciola di Pineta, passando attraverso conchiglie, perle, scene di vita da spiaggia, stelle marine, pesci e quant’altro.

20210902 180959 0000 min

Interessante vero? Ma come non sapete nulla sulla chiocciola di Lignano Pineta? Male! È un esempio di città studiata a tavolino, da un architetto – Marcello d’Olivo – con una pianta particolare, a chiocciola per l’appunto. Il discorso però è lungo e converrà approfondirlo in un altro articolo.

Oggi si parla di biciclette e di rilassanti passeggiate sulle piste ciclabili di Lignano.

La ciclabile nella pineta nascosta

Lasciato il lungomare di Pineta la passeggiata continua inoltrandoci nella “Pineda sinistra di Lignano” o pineta litoranea o pineta Getur, o “pineta nascosta”.

Le ciclabili di Lignano Sabbiadoro Getur min

Pineta sinistra? Pineta nascosta? Ma che razza di nomi mettono i brividi!

Tranquilli nulla di arcano ed esoterico.

Questa zona chiusa per decenni alla fruizione pubblica, è da sempre sede delle colonie marine di Lignano, costruite negli anni venti e tuttora funzionanti come centro aggregativo giovanile, in cui si svolgono ogni anno summer camp sportivi e musicali, negli ultimi anni è stata aperta in parte al pubblico passaggio, creando una pista ciclabile e pedonabile che congiunge Lignano Pineta a Sabbiadoro (attenzione però perché ancor oggi questo tratto di ciclabile è delimitata da cancelli, che come Cenerentola a mezzanotte chiudono).

Tutto qui. Nulla di strano! Tranne il pericolo di rimaner chiusi la notte, ma si può sempre fuggire lungo la spiaggia… anzi oggi la passeggiata risulta molto gradita, perché sempre fresca ed ombreggiata, da pini, lecci e roverelle.

Passeggiando in bicicletta a Lignano spiaggia Getur

Essendo per tanti anni chiusa al grande pubblico, questa zona e la relativa spiaggia risultano le più “selvaggie” di Lignano e passeggiando lungo la ciclabile si possono scorgere attraverso i folti pini dune litoranee e affascinanti scorci di mare e sabbia dorata.

La ciclabile di Sabbiadoro
Via sulla pista ciclabile di Lignano Sabbiadoro min

Alla fine della pineta si sbocca direttamente sul lungomare di Lignano Sabbiadoro, rinnovato nelle forme e negli arredi da pochissimi anni. Qui lungo spiaggia si può comodamente percorrere la larga ciclabile, sempre all’ombra dei pini, che costeggia la vasta spiaggia.

Superata la terrazza mare si arriva in quella che secondo me è una delle parti più interessanti di Lignano, la zona del faro.

La ciclabile del faro

Qui la ciclabile diventa più “intima”, trasformandosi in una passeggiata su mattoncini chiari che corre rasente la spiaggia. Spiaggia che qui si fa più affascinante perché più stretta (io amo le spiagge strette dove il contatto con l’acqua è più diretto) e si vede il mare, subito lì accanto.

verso il faro 2 min

Proseguendo sulla ciclabile si arriva al faro rosso di Lignano e si inizia ad occhieggiare la laguna.

DoggyBeach min

Un consiglio personale, un giorno svegliatevi presto e venite qui a vedere l’alba. Il sole che sorge dalla laguna è uno spettacolo!

La spiaggia del faro allalba min
L’alba al faro rosso
La ciclabile lungo laguna

Proseguendo tra panorami di isolotti (si scorge anche il campanile di Marano, la piccola Venezia di cui vi ho già in parte parlato in occasione della festa dei fasolari), marine e darsene si costeggia tutta la punta della penisola lignanese fino a girare sul lato opposto e iniziare a costeggiare la laguna.

20190724 092123

A questo punto si può optare per due opzioni o proseguire sulla ciclabile della laguna, che corre rialzata lungo il lungo laguna a nord di Lignano oppure rientrare lungo la marina e il centro di Sabbiadoro.

20210906 160737
Il belvedere detto trabucco lungo la ciclabile della laguna

Oggi io rientrerò costeggiando la marina perché non ho più tempo, ma il mio consiglio è di proseguire lungo laguna perché il percorso è molto affascinante e permette di scoprire una Lignano spesso sconosciuta, con panorami, affacci e spazi che non ci si aspetta.

20190724 085228 2

Un consiglio, la passeggiata lungo la laguna secondo me merita farla al tramonto quando il sole nella laguna va a dormire.

Quindi organizzandosi a Lignano si può vedere l’alba e anche il tramonto in laguna!?

Sì certo, ed è pure facile!

20210903 184223 01
Il quasi tramonto in laguna

Basta alzarsi presto e andare al faro e poi sul far della sera farsi un’altra biciclettata sul lungo laguna. Ricordatevi però il repellente per le zanzare perché anche loro amano molto ammirare il tramonto!

Ma hai detto che avremmo pedalato lungo tre acque: mare laguna e fiume.

Ma il fiume? Dov’è?

Passeggiate in bicicletta a Lignano Sabbiadoro - il fiume

C’è, c’è!

Per trovarlo però bisogna pedalare verso Riviera e adesso sono stanca, il mio fisico non me lo permette (inizio ad avere una certa età, non posso esagerare…) quello ve lo racconto in passeggiando in bicicletta a Lignano volume 2.

Alla prossima…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.