Il mio Carso in Autunno

Il mio Carso in autunno tra foliage e fojarole

Tempo fa una persona mi ha detto: “odio l’autunno con i suoi colori grigi, la pioggia, l’umido e la nebbia”. Probabilmente questa persona non è mai stata a Trieste o almeno non ha mai visto il Carso in autunno.

Il Carso in autunno è un’esplosione di colori

L’autunno in Carso è veramente come un’esplosione. Tutto cambia, tutto muta, insignificanti cespugli che tutto l’anno sono stati ai margini di strade e terreni, con il sopraggiungere dell’autunno, prendono vita si riempiono di colori, di sfumature, di gioia e di vitalità. È proprio il caso di dire che il Carso in autunno prende vita.

Il Carso in autunno - Il foliage in Carso

Se durante tutto l’anno il Carso viene visto come una desolante distesa pietrosa (e su questo ci sarebbe molto da discutere), in autunno, ampie zone del Carso si tingono di colori che vanno dal giallo, al rosso brillante, passando per il porpora, fino al marrone. L’altipiano carsico si trasforma quindi in una landa infuocata.

Il carso triestino in autunno si trasforma in una landa infuocata

Chi non ama l’autunno e lo reputa una stagione triste e desolata dovrebbe quindi secondo me farsi un bel giro sul Carso triestino e sicuramente cambierebbe idea.

fojarola sul carso triestino

È nei mesi di ottobre e soprattutto novembre, quando il caldo del mare, mitiga il clima, regalando giornate terse e soleggiate, il Carso triestino riesce a dare il meglio di sé, diventando alle volte quasi irriconoscibile.

Il costone carsico si traveste di colore, dando vita a una sorta di dipinto impressionistico, in cui il bianco della pietra si mescola al verde dei pini e Il rosso delle fojarole si esalta in contrasto all’azzuro del cielo e del mare. Cielo e mare che in queste giornate assumono delle sfumature inedite.

Il mio Carso e le fojarole sprazzi di rosso nell’autunno triestino

Ma cosa sono ste caspita di Fojarole, vi starete chiedendo voi?

Il Carso in autunno 10

Beh oramai lo sapete a noi a Trieste piace complicarci la vita soprattutto con le parole e le definizioni e anche sulle disquisizioni botaniche rischiamo di addentrarci in un loop da cui diventerebbe difficile uscirne indenni, quindi accontentiamoci di dire che a Trieste le foglie rosse, che in autunno colorano il Carso, vengono dialettalmente dette fojarole.

Quindi? Fojarola, sommaco, scotano, che confusione!

Se però proprio siete pignoli e volete capire, mi dicono che il nostro sommaco triestino, sembra nulla aver a che vedere con il Sommacco siciliano (Rhus coriaria) tipico dell’Europa meridionale e del Medio Oriente.

Le nostre foglie rosse sarebbero in realtà scotano o meglio ancora Cotynus Coggigria. Pianta resinosa della famiglia delle Anacardiaceae, alta generalmente qui sul Carso, al massimo 2-2,5 metri, ma capace di diventare in zone riparate, non battute dalla Bora, un albero vero e proprio. Arbusto amante dei terreni magri e capace di affondare le proprie radici in pochi centimetri di terra tra le fessure della roccia. per questo ben presente proprio sulle parti più ostiche del Carso triestino. Un tempo veniva raccolto, ridotto in polvere e utilizzato nell’ambito della conciature delle pelli e delle stoffe.

Il Carso in autunno - sommaco o scotano?
Foglie d'oro nel Carso d'autunno
Il Carso in autunno - scotano
Il Carso in autunno - Fojarola

Mah, che volete vi dica, chiamatele come preferite, sempre belle restano! Soprattutto in autunno, anche se, a dire il vero, anche in estate, quando si pavoneggiano con i loro frutti a pennacchi vistosi e nebbiosi fanno la loro sporca e anche simpatica figura.

L’autunno in Carso non solo fojarole

In autunno in Carso si potrebbe parlare di vero e proprio foliage, questo termine però, un po’ snob non piace tantissimo e forse ad essere sinceri neppure riesce a rendere l’idea del fenomeno autunnale carsico, perciò perciò ultimamente sempre più spesso si sente utilizzare fojarola come termine a descrivere tutte le foglie rosse del Carso.

Il mio Carso oro tra le foglie

E sì lo sapete, quassù nell’estremo nord est d’Italia, preferiamo quasi sempre usare una terminologia più patoca (termine dialettale per dire nostrano) agli inglesismi e francesismi.

Foliage in Carso

L’ho già detto siamo complicati e pieni di sfumature quindi anche il foliage in Carso assume contorni particolari, infatti sull’altipiano triestino e goriziano non tutte le zone “si colorano” nello stesso momento.

Il mio Carso verso il mare

Il clima in Carso no è tutto uguale e quasi sempre le zone più fredde e interne iniziano ad assumere i caldi colori dell’autunno prima di quelle più vicine al mare.

Se i cespugli di sommaco rendono il Carso una distesa rosso fuoco non mancano neppure le piogge di foglie tipiche dei grandi alberi.

Il Carso in autunno - Foliage

Faggi, carpini, querce. ma anche tigli e frassini creano tappeti dai mille colori su cui camminare e giocare magari inoltrandosi sui comodi sentieri e sulle passeggiate che disseminano il Carso, magari ammirando il mare sottostante, per non farci mancare nulla, magari infuocato da un tramonto!

Così tanto per non sbagliare colori!

Il Carso e il Mare
Carso e mare
Il Carso in autunno incontra il mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.